il giorno dopo... PILLOLA?


 

Sta' facendo molto discutere, riflettere ed arrabbiare questa fantasmagorica "pillola del giorno dopo".

Da quanto si legge e si ascolta in giro, sempre più donne la utilizzano: chi per prevenzione, chi per necessità e chi per puro piacere.

Insomma, sta' diventando una sorta di "moda stravagante ed estemporanea" questa soluzione farmacologia del tipo: "meglio prevenire che… trovarsi in un mare di guai poi"

 

Da dove partiamo ad analizzare la questione?

Due bisettrici dividono, come punte di una forbice, l'ideologia da commentare.

Due fronti completamente opposti che si battagliano… a parole (almeno per il momento).

Da una parte, una sana dose di moralità cristiana che vuole difendere l'assoluto diritto della vita e condannare, senza mezzi termini, quante hanno la presunzione e l'arroganza di voler scegliere sui destini di una nuova vita.

E dall'altra parte, invece, un egual nutrito esercito di laici, che preferiscono evitare qualsiasi dramma esistenziale o, peggio ancora, aborti clandestini di vite già formate o abbandoni sulla soglia di una chiesa (quando va bene) o nel cassonetto dell’immondizia (quando la pazzia acceca ogni ragione).

Leggo oggi su un quotidiano che sono a decine le donne ricoverate in centri specializzati ed ospedali per problemi fisici, conseguenza di quella ingerenza inopportuna o… inappropriata! Sembra che l’assunzione di "pillole anticoncezionali" non prescritte a seguito di controlli ed analisi cliniche, porti a complicazioni e problemi inaspettati di natura fisica.

Ma vogliamo soffermarci un attimo su questa nuova soluzione alternativa, sotto l'aspetto riflessivo? Non voglio schierarmi da nessuna parte, ma voglio tracciare un mio personale commento, che va oltre la politica, la religione e le mode del momento. La mia analisi va a toccare un aspetto focale del proprio vivere: una determinazione assoluta di provare a riflettere su quanto ci viene offerto, quotidianamente, dalla scienza.

 

E' giusto accettare con tanta leggerezza un aborto?

E' giusto far nascere un bambino e poi essere costrette ad abbandonarlo?

E' giusto rischiare di "ammazzare" il figlio quando si è in preda ad una crisi improvvisa di isterismo esasperato, forse proprio conseguenza di quella frustrazione interiore che non conosce fondo e che è radicata in una nascita inopportuna ed imprevista?

Io ho il mio pensiero personale che espongo senza nessuna difficoltà. L’ho già fatto altre volte e mi sono sempre ritrovato d’accordo con me stesso.

Per me l’unica sfortuna che può riguardare un uomo è una soltanto: QUELLA DI NON ESSERE MAI NATO!

Ad ogni altra cosa c’è sempre un rimedio: fosse anche la malattia perenne, il sacrifico immolante di tutta una vita, la difficoltà a realizzare i propri sogni o le frustrazioni a ritrovarsi sempre l’antieroe per eccellenza della propria vita.

C'è sempre un messaggio da comunicare… sempre una ragione da condividere… sempre un esempio da ricordare!

 

Nella mia vita ne ho viste di cose. I miei occhi ne hanno assorbiti di colori ed il mio cuore ne ha battuti di fremiti... da poterci fare una collezione. Ho visto ragazzi su una sedia a rotelle, condannati per tutta la vita a trascinarsi dietro il proprio destino infermo che non si sono mai arresi fino in fondo… MAI!

Ho visto madri che hanno sacrificato la propria esistenza per accudire figli disperati e condannati all'inutilità, per colpa di un cromosoma che ha fatto il dispettoso quando raccordava i "sensi" di una nuova vita.

Ho visto anziani abbandonati a se stessi non imprecare contro nessuna sventura; corsie di ospedali zeppe di volti desolati dalla malattia e dalla solitudine di sapersi soli; ho visto bambini che hanno giocato alla guerra con armi vere; ho visto ragazze umiliate dalla propria bellezza e diventate terre di conquista per mani  avide e criminali; ho visto gente morire di fame, di sete e di dolore d’amore che hanno resistito, però, fino all’ultimo respiro… fino all’ultimo stento… fino alla FINE!

 

Se conoscessimo il destino di ognuno di noi… sarebbero in tanti a non vedere mai la luce della vita. Invece è giusto permettere a tutti di guadagnarsela questa "fortuna" e scrivere passi fondamentali del proprio esistere con una sola grande consapevolezza: "nulla sarebbe stato vissuto se qualcuno ce lo avesse tolto… con una pillola!"

 

 

 

Ho visto madri abbandonare i propri figli in una corsia d’ospedale… e non ho detto nulla.

Ho amato quei bambini senza storia che sono diventati grandi… anche senza i genitori.

Ho visto altri occhi ed altre voci sostituirsi a quegli affetti biologici… e regalargli lo stesso identico amore.

Mi sono visto allo specchio… e ringrazio Dio e chi non mi ha lasciato MORIRE!

 

indietro >>

 
- RIFLESSIONI IN PUNTA DI CUORE - pensieri a ruota libera di Gianfranco Iovino
 

 

 

 
 

 
 

 

un po' di... BUIO

amore senza limiti

appuntamenti con... LA VITA

in ETERNO... a chi?!

una sana bugia

santa... PAZIENZA

è solo un buco... nell'acqua

vertiginosi SEGRETI

quei posti lontani...

in posa il cuore... per una foto

maledetto nemico ALCOL

meglio un rimorso o un bel...

VOLARE... un bello sforzo

una data CERTA... e poi?

SESSO... quel chiodo fisso

LAOS: diritto ad essere bambini

la fretta

amico mio... dove sei?

ti amerò fino a... MORIR PER TE!

il padre è il PADRE

angeli... in corsia

8 Marzo... tra mimose e fiamme

sommersa

amore spegni la tivù

è San Valentino per... TUTTI

passione

acqua che... UCCIDE

intervistare l'impossibile

un desiderio MAGICO

fatti... e non parole

come si spegne un amore?

un dramma... esser donna!

20 novembre... tutto l'anno

l'allegria rende meno INFELICI?

correre, correre... e poi?

VISI... non visti più

anche per morir ci vuole... tempo

profumi della vita

sempre è... VITA

specchio delle mie brame

di come eravamo NOI

siamo ABUSANDO troppo!

vento di ricordi

il tuo tempo

sballiamo l'NFG?

distrofia muscolare:  male perfetto

a me gli occhi

il giorno dopo... PILLOLA?

il posto giusto dell'amore

fantasticare fa bene?

prima il dovere e poi il piacere?

MALEDETTE CH@T!!!

molto felici

non ritornano più!

è bello sentirti

l'uragano DONNA

oggi sarò LEGGERO

sessualizzati

... smettila!!!

mettere in gioco il cuore

quel primo appuntamento

a difesa delle 3 ore al giorno

volevo dirti che... MI MANCHI

non siamo esenti da colpe

... bustine d'amore

non ci credo ma... li leggo

TRADIRE... un bisogno d'amare?

vince chi abbandona?

gelosia in amore

lacrime d'amore