in eterno... A CHI?!

 

Con un amico, giorni fa, si è affrontato uno di quei discorsi “inutili e insensati”, (da perdita di tempo, per intenderci) che però mi ha fatto tanto riflettere.

Si è “favoleggiato” sull’ipotesi che, per una strana combinazione chimica, o per la genialità di chissà quale fantomatico scienziato, il genere umano da domani mattina non debba più preoccuparsi di… MORIRE!

Immaginate se, tra le tante scoperte, evoluzioni e stratagemmi che si susseguono quotidianamente, domani al telegiornale venisse data la notizia che: “è stato individuato un nuovo sorprendente gene che permetta la… VITA ETERNA

 

Che genialità, vero?
INSOMMA!!!

Ma… dove andremmo a finire? (Inteso proprio come spazio esistenziale) se nessuno più morisse?

Sarebbe una vera e propria lotta per la sopravivenza, se da domani non si muore più sulla terra.
Una battaglia di conquista e difesa del proprio minimale spazio necessario e vitale.

Ci toccherebbe esiliare chissà dove, perché lo spazio sulla terra, ben presto, sarebbe tutto esaurito. Ci ritroveremmo emigranti interplanetari e non più dell’Italia.

Praticamente: profughi… dal mondo.

Avremmo bisogno della Luna, e di chissà quanti altri pianeti e… forse, neppure basterebbe, come spazio infinito, l’Universo per contenerci tutti tra mille anni di non morte più per nessuno.

Dio mio!!! Pensando solo al traffico autostradale che oggi subiamo nelle grandi città (tipo Napoli, Roma, Milano, e chi più ne ha ne aggiunga) mi immagino che fine faremmo e… dove andremmo a parcheggiare la macchina!!!

 

Ma… cercando di essere più seri, tenendo però in considerazione questa “assurdità” alla quale potremmo anche abituarci un giorno lontano, provate a immaginare per un istante se noi fossimo gli unici depositari fortunati di questa “primizia da vita eterna”?

Che so… uscire di casa e imbatterci in un bel genio da favola, o in chissà quale mistura malefica da bere tutto d’un sorso, per ritrovarci ad essere…. IMMORTALI.

Bella idea, ma… non so fino a che punto ci piacerebbe questa occasione unica ed irripetibile. Non sono certo che tutti siano disposti e disponibili ad accettare l’offerta speciale.

Dite di no?

Riflettete con me: come potremmo resistere ad un mondo che cambia, si evolve, si trasforma continuamente con noi che, invece… restiamo sempre gli stessi?
Tutto attorno si trasforma… tranne che NOI!

Non c’è da restarsene tanto allegri e frizzanti dinanzi ad una simile prospettiva. L’immaginare cosa sarebbe per noi il resistere al tempo, che scorre inesorabile, ed assistere impotenti ai distacchi inevitabili dei nostri cari, dei nostri ricordi, delle nostre cose!

Ma come si resiste all’affronto che può regalare una morte irrimediabile? Perdere la propria donna, i genitori i… figli?!

(tra tutti i dolori, quello di assistere al funerale di un figlio, credo sia la prova più lancinante che un uomo possa mai subire.)

 

Mentre scrivo, ritorna alla memoria quel grande romanzo di Stephen King (il miglio verde) dove il protagonista gode di questa rarità divina di… vedere il tempo che passa, lasciarsi dietro ogni cosa del passato, assistere a morti e separazioni definitive e… restare sempre lì, al mondo, vivo e vegeto, in attesa della morte... come una liberazione.

Ad un punto del racconto, anche il fortunato prediletto, in una amara riflessione, considera che l’essere stato premiato con la “vita eterna”… non è una dote, ma una condanna!

 

 

Bene cari amici, era da un po’ che non scrivevo tanto… spero che questo mio ritorno sia apprezzato per il piacere di leggere qualcosa di leggero, meno violento, politico e duro di quanto si propone in giro ultimamente.

In fondo abbiamo bisogno anche di attimi di irrealtà per cercare di resistere e ambire, non tanto ad una vita eterna  quanto, invece, una decente, felice e… che duri il più a lungo possibile!

 

 

A tutti gli innamorati della vita un augurio sincero di... “amore eterno”

 

indietro >>

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

- RIFLESSIONI IN PUNTA DI CUORE - pensieri a ruota libera di Gianfranco Iovino                    

 

 

 
 

un po' di... BUIO

amore senza limiti

appuntamenti con... LA VITA

in ETERNO... a chi?!

una sana bugia

santa... PAZIENZA

è solo un buco... nell'acqua

vertiginosi SEGRETI

quei posti lontani...

in posa il cuore... per una foto

maledetto nemico ALCOL

meglio un rimorso o un bel...

VOLARE... un bello sforzo

una data CERTA... e poi?

SESSO... quel chiodo fisso

LAOS: diritto ad essere bambini

la fretta

amico mio... dove sei?

ti amerò fino a... MORIR PER TE!

il padre è il PADRE

angeli... in corsia

8 Marzo... tra mimose e fiamme

sommersa

amore spegni la tivù

è San Valentino per... TUTTI

passione

acqua che... UCCIDE

intervistare l'impossibile

un desiderio MAGICO

fatti... e non parole

come si spegne un amore?

un dramma... esser donna!

20 novembre... tutto l'anno

l'allegria rende meno INFELICI?

correre, correre... e poi?

VISI... non visti più

anche per morir ci vuole... tempo

profumi della vita

sempre è... VITA

specchio delle mie brame

di come eravamo NOI

siamo ABUSANDO troppo!

amata libertà

vento di ricordi

il tuo tempo

sballiamo l'NFG?

distrofia muscolare:  male perfetto

a me gli occhi

il giorno dopo... PILLOLA?

il posto giusto dell'amore

fantasticare fa bene?

prima il dovere e poi il piacere?

MALEDETTE CH@T!!!

molto felici

non ritornano più!

è bello sentirti

l'uragano DONNA

oggi sarò LEGGERO

sessualizzati

... smettila!!!

mettere in gioco il cuore

quel primo appuntamento

a difesa delle 3 ore al giorno

volevo dirti che... MI MANCHI

non siamo esenti da colpe

... bustine d'amore

non ci credo ma... li leggo

TRADIRE... un bisogno d'amare?

vince chi abbandona?

gelosia in amore

lacrime d'amore