innaturale amare


 

Vi riporto la testa di un articolo di cronaca rosa che ho letto la scorsa settimana su un quotidiano; “L’amore per una donna è stato più forte di quello per la Chiesa: così un sacerdote di 34 anni a Palermo, ha abbandonato la tonaca ed ha chiesto ai superiori la dispensa dal ministero

Storia già letta ed ascoltata in altre mille similitudini. Ne hanno tratto romanzi letterari e film, ma… l’argomento continua a stimolare commenti e reazioni.

 

Nel caso di questo curato, del quartiere popolare dello ZEN di Palermo, c’è stata una vera spaccatura, che ha diviso in due la comunità. Da un parte i fedeli comprensivi che pensano sia “meglio un buon marito che un cattivo sacerdote”, e dall’altra, parrocchiani disillusi e scossi. Finanche la Chiesa mostra più facce: comprensione e rispetto e rigidezza inderogabile.

Di questa “love story proibita” si ignorano i particolari, ma tutti sanno che i due le hanno provate proprio tutte per non lasciarsi travolgere dalla passione. E a dirla così, sembra la trama di un bel romanzo, dove LEI ha perfino provato a castigarsi quell’impellenza di amare, allontanandosi da Palermo per farsi suora!  Ma, ancora una volta, ed in maniera sempre più spettacolare e inappuntabile, ha vinto LUI… il sentimento dell’amore!

Ciononostante, la rabbia e la delusione è forte, soprattutto in chi ha sempre individuato un punto di riferimento nel giovane ex-curato. Una reazione “pesante” ed “intransigente”, che si è esasperata ed imbruttita di delusione, quanto più fosse saldo e forte il rapporto spirituale che si era riuscito a creare con il prete.

E’ chiaro il mio punto di vista: non condanno quella scelta, anzi! Sarebbe stato da criticare l’eventuale sotterfugio, quello non lo ammetto! L’imprudenza di un amore vissuto al buio è più condannabile e inaccettabile, rispetto ad un cambio di rotta inevitabile, altrimenti non dovremmo neppure giustificare i divorzi, le separazioni e gli abbandoni irrimediabili. Tutto si evolve e si trasforma nel tempo, e ciò che oggi ha un preciso senso e valore potrebbe, domani, valerne altri.

(basti pensare all’amore: giuriamo fedeltà eterna; confessiamo la nostra debolezza a vivere senza quella presenza fondamentale accanto; lo promettiamo “per sempre” eppure… se mai finisse, comunque continuiamo a vivere, e un domani lontano, quegli occhi, quello sguardo, quella carezza e quella voce… non avranno più lo stesso senso di prima. HO MI SBAGLIO?)

 

Ma voglio chiudere con una riflessione, a cui chiedo partecipazione. Io credo che il vero problema, nel caso specifico, sia “il celibato dei preti”. La Chiesa considera “immorale” tutto ciò che è contro natura. (e sono d’accordo con loro su questo fondamento) ma…  cosa c’è di più innaturale che impedire ad un uomo di amare una donna? Perché questa privazione tanto rigida e ineccepibile? Cosa intaccherebbe in impegno e idealismo un sacerdote se a fine giornata, invece di chiudere le porte di una chiesa e ritirarsi in canonica, si avvia verso una casa ed una propria famiglia? Cos’è questa necessaria privazione e sacrificale assenza di amore da dimostrare e ricevere per rimanere ligi al patto di rinuncia e assoluta devozione?

Siamo sicuri che la Chiesa non abbia bisogno di un rinnovamento anche tanto drastico ed evoluto? Siamo certi che un prete di professione, sia meno attendibile di un sacerdote tutto chiesa e canonica?

 

Siamo tanto fiduciosi a credere e sperare che un prete, in fondo, non è altro che un uomo con le proprie debolezze, i propri bisogni e la propria necessità di… amare e sapersi amato?

 

 

indietro >>

 
- RIFLESSIONI IN PUNTA DI CUORE - pensieri a ruota libera di Gianfranco Iovino
 

 

 

 
 
 

 
 

 

un po' di... BUIO

amore senza limiti

appuntamenti con... LA VITA

in ETERNO... a chi?!

una sana bugia

santa... PAZIENZA

è solo un buco... nell'acqua

vertiginosi SEGRETI

quei posti lontani...

in posa il cuore... per una foto

maledetto nemico ALCOL

meglio un rimorso o un bel...

VOLARE... un bello sforzo

una data CERTA... e poi?

SESSO... quel chiodo fisso

LAOS: diritto ad essere bambini

la fretta

amico mio... dove sei?

ti amerò fino a... MORIR PER TE!

il padre è il PADRE

angeli... in corsia

8 Marzo... tra mimose e fiamme

sommersa

amore spegni la tivù

è San Valentino per... TUTTI

passione

acqua che... UCCIDE

intervistare l'impossibile

un desiderio MAGICO

fatti... e non parole

come si spegne un amore?

un dramma... esser donna!

20 novembre... tutto l'anno

l'allegria rende meno INFELICI?

correre, correre... e poi?

VISI... non visti più

anche per morir ci vuole... tempo

profumi della vita

sempre è... VITA

specchio delle mie brame

di come eravamo NOI

siamo ABUSANDO troppo!

vento di ricordi

il tuo tempo

sballiamo l'NFG?

distrofia muscolare:  male perfetto

a me gli occhi

il giorno dopo... PILLOLA?

il posto giusto dell'amore

fantasticare fa bene?

prima il dovere e poi il piacere?

MALEDETTE CH@T!!!

molto felici

non ritornano più!

è bello sentirti

l'uragano DONNA

oggi sarò LEGGERO

sessualizzati

... smettila!!!

mettere in gioco il cuore

quel primo appuntamento

a difesa delle 3 ore al giorno

volevo dirti che... MI MANCHI

non siamo esenti da colpe

... bustine d'amore

non ci credo ma... li leggo

TRADIRE... un bisogno d'amare?

vince chi abbandona?

gelosia in amore

lacrime d'amore