TRADIRE... un bisogno d'amare?


 

Un’amica mi ha chiesto di trattare l’argomento “TRADIMENTO”, sapendo differenziarne comportamenti ed attitudini fra i due opposti sessi.

A quanto mi risulta, è risaputo che l’uomo sia predisposto ad amare in modo completamente diverso rispetto alla donna, e cosi anche il “tradimento” nasce e si sviluppa con peculiarità ben differenti. A primo impatto verrebbe da prendere in prestito scorci di trattati filosofici e pedagogici nei quali si analizza la psiche umana e si ha modo di riflettere e rafforzare, ulteriormente, il convincimento che le donne siano maggiormente predisposte ad amare in modo totalitario. La loro tipicità più sorprendente, quando si ritrovano coscienziosamente intrappolate dalle bramosie dell’amore, risulta essere proprio la caparbietà e la perseveranza!

La donna ha nella determinazione la sua naturale grandezza, mentre l’uomo si adagia più facilmente sulle aspettative eterne, ed ha convenienza a pilotare, piuttosto che lasciarsi travolgere dagli eventi. - L’uomo reagisce con istintività alle “cose della vita… imprevedibili”.-

La donna sa nascondere e tenersi dentro quell’intendimento necessario molto più di un uomo. Sa difenderlo e proteggerlo con più moderatezza. Pur di non farselo strappare dal cuore con violenza, o forti privazioni, preferisce tenerlo segregato nelle stanze del suo cuore. A lei basta sapere che c’è… per sentirsi forte!

Ma con questa analisi superficiale non vorrei che venisse delineata una bisettrice che colpevolizzi e castighi soltanto gli uomini, rei di poca amabilità ed un trasporto emozionale sempre ridotto ai minimi termini.

Forse è meglio partire da un’altra domanda precisa: ma perché si tradisce? Cosa spinge cuori inquieti a doversi rifugiare in altre braccia; immaginare, sognare e desiderare altre labbra, altri modi comportamentali ed altre essenze emozionali, completamente diverse da quelle che ci continuano a frequentare l’anima? Cosa determina flussi tanto stravolgenti, al punto tale da infettarci ogni pensiero, meravigliarci di ogni comportamento, a noi sconosciuto, ed obbligarci ad abbeverare l’arsura di emozioni, che ristagna da troppo tempo nel cuore, fra le sorgenti felici di quell’imprudente “TRAsgreDIRE?

L’amore sappiamo bene di quale forza propulsiva sia capace; ne conosciamo la sua sagacia e perseveranza; quell’arroganza di non dare MAI nulla per scontato, che ci scombussola gli orientamenti. L’amore è cosi… imprevedibile e geniale. Pretende sempre il meglio da noi stessi e riesce a modificare le correnti della vita con la sola spinta del cuore, bisognoso di amare…. riuscendoci infallibilmente!

Non so a quanti di voi sia capitato di cadere fra le bramosie di un desiderio amoroso imprudente! E’ difficile da spiegare ma… SCONVOLGE TUTTO e tutti! Fino a ieri si viveva ai chiaroscuri dei finti entusiasmi e delle false aspettative, al sicuro dagli inopinabili stravolgimenti improvvisi, troppo effimerI e poco concreti per vederci protagonisti.

Decisi ed asettici, scacciamo via qualsiasi illusione dalla mente: via gli entusiasmi, lontani i patemi e disertiamo le sconsideratezze. Ci si fortifica nella credenza di risultare imperturbabili e che nulla, e mai nessuno, avrà accesso al nostro cuore, oramai abituato solo a compiangersi addosso, fra riecheggi di antiche memorie perdute, desolato ad assistere agli sconsolati tramonti delle emozioni.

Convinti assertori che può capitare solo agli altri, poveri illusi e creduloni, restiamo in lista d’attesa! Noi siamo grandi e non crediamo più alle favole. Non ci persuade l’idea che basta evadere con la mente per riportare gioie nel cuore. Non ci riguarda quella realtà tanto virtuale: noi… tanto moderati e maturi! Noi tanto martiri dell’arresa e della rassegnazione.

Che stupidi che siamo! Arroganti e superbi nel credere di poter controllare tutto di noi… A volte l’amore ritorna proprio quando non ce lo aspettiamo più. L’amore è furbo e sa tenere fede al suo principio ideologico: non si fa trovare quando ne abbiamo bisogno… ci cerca lui, quando sa che c’è terra fertile dentro al nostro cuore! (l’amore non si cerca… ci trova)

Proprio in quella fase di semina, a noi impercettibile, il destino smanioso lancia i suoi dadi e ci catapulta al centro esatto di una nuova mietitura… una imprevista raccolta di emozioni, che hanno un bisogno incessante di essere assorbite ed analizzate per scoprire nuove cose su te, sapere cosa ti è rimasto di vivo fra quegli antichi richiami, dove si è andata a rifugiare la dolcezza e la gentilezza, veri talenti  inespressi… e perché non si riesce più a svegliarsi alla mattina col sorriso stampato sulle labbra, orgogliosi e felici di presentarsi al mondo con un volto radioso e bisognoso di apparire… VIVO!

E’ lì che qualcosa inizia a cambiare. In quella determinata fase senti galoppare dentro te un bisogno nuovo: un pensiero, un sospetto, un piacere. Arriva d’improvviso quell’incontro fortuito  che diventa piacevole ricerca… aspettativa… desiderio e poi… bisogno!

Lo cerchi. Speri di incontrarlo e lo trovi lì, stabilmente presente, nei tuoi pensieri… Ti meraviglia quella sua presenza inopportuna, e pur se ti ingegni a cercare spiegazioni, ti rendi conto, nelle notti insonne trascorse a favoleggiare su lui, che è troppo tardi… fa gia parte di te! E cosi ci si lascia stupide, rapire e coinvolgere da questo senso di beatitudine, nel sapersi desiderati e mossi da un’esaltazione straordinaria, che ha bisogno di alimentarsi di continui singoli pensieri muti, che si accavallano in te… dirigendosi tutti, inequivocabilmente, su LUI.

Non è possibile... ci stiamo sbagliando... non ci può essere futuro nelle sregolatezze... non siamo più bambini! Queste le domande incresciose e le inutili autocommiserazioni che collezioniamo nella mente. Speriamo di poter essere rinsaviti da quello stato inappagabile di LUI, ma… è troppo tardi: siamo gia proiettati nel centro esatto di un nuovo innamoramento che, incurante di quanto abbiamo di consolidato, pretende solo di essere vissuto, senza domande, senza risposte, senza considerazione... solo tanta passione!

Ed eccoti lì... indifeso e attratto sempre più smodatamente. Non c’è nessuno con cui poterne parlare… niente che ti consenta di ancorarti a delle saldezze durature… nulla di scontato e prevedibile! Solo angosce, paure, pentimenti e preoccupazioni. Resti lì, in predicato di abbandonarti a quel sussulto, ma fedele ed attento a non sconfinare e rischiare di perdere il controllo sul tuo ruolo da interpretare senza colpi di genio, fino a quando non ci si lascia pervadere dalla convinzione che non era mai successo prima d’ora perché… non eravamo predisposti e preparati alla semina e immediata mietitura di un nuovo amore. Non sapevamo leggere fra i silenzi malinconici ed ascoltare con attenzione le urla di disprezzo del nostro cuore... bisognoso di ritornare ad amare per continuare a battere e vivere… e non sopravvivere!

Ora, finalmente, sei pronto. Convinto di te stesso, ti lasci andare e cerchi di vivere giorno per giorno quell’emozione, senza proiettarti con la mente nel futuro incerto. Non vuoi perdere l’opportunità di provare ad entusiasmare nuovamente i giorni presenti della tua vita. Piuttosto che desistere, disertare e tornare nel buio, perdendo ogni gioia di quel tormento, ti rafforzi con l’idea che la vita è soltanto tua e deve essere vissuta intensamente… sforzandosi sempre a far felice lo spirito!

Verranno i tempi dei pentimenti e degli scrupoli… adesso, però, bisogna soltanto AMARE!

E fin qui ci siamo! Siamo oramai pronti ad avventurarci in questa strana situazione e provare a capirne di più…. Vedere fino a quanto ci si può spingere e dove possiamo arrivare a sbagliare, commettendo imprudenze ed errori a ripetizione che, in amore, sono solo PROVE e MAI AZIONI SCRITERIATE ED IRRESPONSABILI.

Ci meravigliamo a ritrovarci protagonisti di azioni impensabili ed irripetibili in altre situazioni. Desiderare l’amore con lui, mostrarsi senza nessun pudore, dichiarare il bisogno di una stretta forte e liberare le stanze della mente all’inibizione e la passione più esasperata ed ardente. Negli amori fra amanti, a differenza di quelli vissuti al calore del sole, si è più disinibiti e sfrontati, non certamente perché si vive ai margini della realtà, ma per il bisogno di assaporarsi completamente, cosa quest’ultima che ti libera da qualsiasi regola ed imparzialità. Ogni attimo di LUI deve essere eterno dentro te, ed il confronto con altre sostanze e presenze, più fortunate di te nel godersi continuità della sua persona,  debbono essere ridimensionate e scalzate dal tuo talento impagabile ed insostituibile. Una sfida... una gara... una competizione, dove devi dare il meglio di te SEMPRE!

 

Adesso mi fermo nell’analisi, perché ritorniamo al punto di partenza: chi ama di più fra gli opposti sessi? L’uomo o la donna? Chi mette il cuore e chi la mente? Chi si mette in gioco e chi gioca con te? Chi saprebbe farne a meno più facilmente di quel sussulto, e perché?

Non ci sono risposte e neppure statistiche a cui rapportarsi, secondo me. Non esiste un sesso che determina il comportamento in un rapporto fra amanti. Non può essere cosi svilente la risposta da fornire all’amica, indecisa su quale delle due parti scegliere da immolare a vincitore! Non c’è genio e sregolatezza in un tradimento, ma solo amore sommato ad altro amore che viene vissuto, assorbito, immedesimato e navigato con tutto se stessi!

L’amore è imprevedibilità… ed è lui che compone le rotte su cui far navigare il nostro cuore, che non ci chiede mai la meta sicura, ma solo altro mare da navigare!

 

A tutti gli amanti del mondo, dal profondo del mio cuore, un augurio sincero di… non arrendersi MAI!

 

indietro >>

 
- RIFLESSIONI IN PUNTA DI CUORE - pensieri a ruota libera di Gianfranco Iovino
 

 
 

 
 

 

un po' di... BUIO

amore senza limiti

appuntamenti con... LA VITA

in ETERNO... a chi?!

una sana bugia

santa... PAZIENZA

è solo un buco... nell'acqua

vertiginosi SEGRETI

quei posti lontani...

in posa il cuore... per una foto

maledetto nemico ALCOL

meglio un rimorso o un bel...

VOLARE... un bello sforzo

una data CERTA... e poi?

SESSO... quel chiodo fisso

LAOS: diritto ad essere bambini

la fretta

amico mio... dove sei?

ti amerò fino a... MORIR PER TE!

il padre è il PADRE

angeli... in corsia

8 Marzo... tra mimose e fiamme

sommersa

amore spegni la tivù

è San Valentino per... TUTTI

passione

acqua che... UCCIDE

intervistare l'impossibile

un desiderio MAGICO

fatti... e non parole

come si spegne un amore?

un dramma... esser donna!

20 novembre... tutto l'anno

l'allegria rende meno INFELICI?

correre, correre... e poi?

VISI... non visti più

anche per morir ci vuole... tempo

profumi della vita

sempre è... VITA

specchio delle mie brame

di come eravamo NOI

siamo ABUSANDO troppo!

vento di ricordi

il tuo tempo

sballiamo l'NFG?

distrofia muscolare:  male perfetto

a me gli occhi

il giorno dopo... PILLOLA?

il posto giusto dell'amore

fantasticare fa bene?

prima il dovere e poi il piacere?

MALEDETTE CH@T!!!

molto felici

non ritornano più!

è bello sentirti

l'uragano DONNA

oggi sarò LEGGERO

sessualizzati

... smettila!!!

mettere in gioco il cuore

quel primo appuntamento

a difesa delle 3 ore al giorno

volevo dirti che... MI MANCHI

non siamo esenti da colpe

... bustine d'amore

non ci credo ma... li leggo

TRADIRE... un bisogno d'amare?

vince chi abbandona?

gelosia in amore

lacrime d'amore