VISI... non visti più


 

Stiamo attraversando una settimana intensa… nella quale i  “veli” e le “mancate trasparenze” hanno il proscenio assoluto, oltre che creare una sorta di nuova tendenza da emulare e, soprattutto, criticare!

Il dialogo è aperto: il velo musulmano è un atto di fede od una protesta? (è una necessità interiore e intima od una difesa di idealismi politici, religiosi e di origini?).

Non so cosa rispondere. Figurarsi, poi, se da un sito che tratta l’amore per la vita, quel è cuorinellatormenta, ci possiamo permettere il lusso di analizzare pensieri e considerazioni altrui e farcene una nostra personale opinione pubblica. NO!

Una cosa sarà sempre ben evidenziata nei miei editoriali è questa: fuori la politica e la geografia socio-politica dai miei scritti.

Non è codardia o difficoltà, ma il problema e che da queste parti, dove tira sempre il vento “della buona speranza”, ci interessa di più un sorriso che una conquista di nuovi appalti energetici, ed è questa la motivazione che ci spinge a parlare del… VISO!     

Sì! Vorrei parlare di un “bel volto” che sa trasmettere serenità, simpatia, affetto o… per difetto: rabbia, cattiveria e un po’ di odio (che è sempre un derivato dell’amore).

Parliamo della nostra bella faccia? Che ci accompagna per una vita intera e mai si lamenta di come la trattiamo?

Lei si adegua alla nostra volontà, ai nostri stati emotivi e le nostre volontà. Si trasforma con noi, si evolve a nostra immagine e somiglianza,  si modifica, si arricchisce di nei e rughe ed invecchia, invecchia… insieme a noi!

E’ l’unica che abbiamo. Escludendo gli effetti miracolosi (ma non troppo) regalataci dalla chirurgia plastica estetica credo che, ognuno di noi, si lasci accompagnare nella memoria degli altri, dal ricordo del proprio viso, che si ha nostalgia di vedere, quando ci manca da troppo; che vorremmo salutare con un sorriso od un bacio, quando lo sentiamo profondamente nostro; che sappiamo saperci regalare certezze uniche, quando ci sentiamo stanchi e delusi della vita od anche nervosismo, se appartiene a qualcosa di doloroso, che non ci fa più piacere ricordare o rivedere.

Comunque sia, la nostra bella faccia è quella che ci presenta al mondo, anche se ce ne restiamo in silenzio. Basta una foto e… siamo già noi, con la nostra bella faccia in mostra!

 

Ripeto non sto girando attorno all’argomento dei “veli musulmani” od i “burka esagerati” che imprigionano gli occhi. Per quanto sia un argomento molto interessante, è troppo mediatico in questo periodo e preferisco evitare. Dirò solo che per me il “velo” portarlo, come non usarlo, è un’assoluta libertà personale che gestisce in piena autonomia una donna che vive nell’occidente europeo. STOP!

Io mi sto concentrando, esclusivamente, sul ricordo e sulla sensazione che regala il riesumare un viso di persona cara… quel bel faccione d’amico o di fanciulla che… sa raccontare di sé e del suo “padrone” con la semplice forza di un’espressione, di un personalissimo sguardo… di un semplicissimo rimanere a fissarti dritto negli occhi e… toglierti il fiato dall’emozione.

Ecco di cosa voglio parlare: di questa nostra “impronta facciale” che tutti abbiamo fin dalla nascita e sa raccontare di noi, meglio di ogni altra parola.

Ed in relazione a quelle FACCE… rivolgere un pubblico tributo a quei volti un po’ dimenticati, persi troppo facilmente di vista o che non possiamo più avere accanto, per colpa del tempo e dei suoi troppi tranelli.

State chiudendo gli occhi con me? Vi siete concentrati su qualche passaggio fondamentale della vita? Si? Allora… eccoli lì.. i tanti volti persi per strada.

Amici d’infanzia, amori non lasciati diventare GRANDI, i vicini di banco o di finestra, di giochi… tutti lì; in bella mostra a riordinare i tasselli della nostra storia.

Molti di loro neppure li sappiamo figurare più. Abbiamo difficoltà a riesumarli dalle caverne della mente. Ne abbiamo, forse, uno sbiadito ricordo al punto tale che ci serve una foto per smuovere i “neuroni”… ma se l’avessimo quella foto, proprio adesso, a mostrarci com’è diventato quel volto antico… sarebbe un bel rievocare il passato. Che dite?

Io, per la verità, non ho una grande memoria fotografica, ma se mi imbambolo con gli occhi su un punto fisso del muro, eccoli che tornano gli antichi volti, un po’ come fantasmi, a disegnarmi sorrisi sulle labbra o tristezze dentro agli occhi.

Tutti abbiamo visi ai quali siamo legati che ci mettono nostalgia, perché non sono più con noi.

Evito di affrontare la sfera “amorosa” solo perché non si è mai compreso bene il vero motivo per il quale, quando si parla degli “amori finiti”, non si ha mai un bel ricordo dentro.

Quanto più è finito in maniera ingloriosa, tanto più nutriamo il bisogno di cancellare ogni frammento dalla memoria, e facciamo di tutto per raschiare a fondo dalle pareti della mente ogni minimo residuo, ogni minimo segnale… ogni antico viso, amato, baciato, accarezzato, sognato e poi… non voluto più accanto.

 

Mi sono un po’ “allargato” con questo editoriali, non sapendo bene dove andare a “parare” per completare la mia riflessione ma, forse proprio come i visi a noi cari, non bisogna cercare un motivo perché li abbiamo persi di vista… ma domandarci il perché, nonostante il tempo trascorso e la freneticità della nostra vita, che ci divora il passato, ricordarli ci intristisce e ci fa sentire un po’ più soli al mondo.

 

A tutti quei volti dimenticati e mai più cercati… la mia personale richiesta di scuse sincere, a ricordo di un’immagine che non ci appartiene più, ma che riguarda i nostri giorni, il nostro vissuto… la nostra VITA di ieri e di… DOMANI!

 

indietro >>

 
- RIFLESSIONI IN PUNTA DI CUORE - pensieri a ruota libera di Gianfranco Iovino
 

 

 

 
 

 
 

 

un po' di... BUIO

amore senza limiti

appuntamenti con... LA VITA

in ETERNO... a chi?!

una sana bugia

santa... PAZIENZA

è solo un buco... nell'acqua

vertiginosi SEGRETI

quei posti lontani...

in posa il cuore... per una foto

maledetto nemico ALCOL

meglio un rimorso o un bel...

VOLARE... un bello sforzo

una data CERTA... e poi?

SESSO... quel chiodo fisso

LAOS: diritto ad essere bambini

la fretta

amico mio... dove sei?

ti amerò fino a... MORIR PER TE!

il padre è il PADRE

angeli... in corsia

8 Marzo... tra mimose e fiamme

sommersa

amore spegni la tivù

è San Valentino per... TUTTI

passione

acqua che... UCCIDE

intervistare l'impossibile

un desiderio MAGICO

fatti... e non parole

come si spegne un amore?

un dramma... esser donna!

20 novembre... tutto l'anno

l'allegria rende meno INFELICI?

correre, correre... e poi?

VISI... non visti più

anche per morir ci vuole... tempo

profumi della vita

sempre è... VITA

specchio delle mie brame

di come eravamo NOI

siamo ABUSANDO troppo!

amata libertà

vento di ricordi

il tuo tempo

sballiamo l'NFG?

distrofia muscolare:  male perfetto

a me gli occhi

il giorno dopo... PILLOLA?

il posto giusto dell'amore

fantasticare fa bene?

prima il dovere e poi il piacere?

MALEDETTE CH@T!!!

molto felici

non ritornano più!

è bello sentirti

l'uragano DONNA

oggi sarò LEGGERO

sessualizzati

... smettila!!!

mettere in gioco il cuore

quel primo appuntamento

a difesa delle 3 ore al giorno

volevo dirti che... MI MANCHI

non siamo esenti da colpe

... bustine d'amore

non ci credo ma... li leggo

TRADIRE... un bisogno d'amare?

vince chi abbandona?

gelosia in amore

lacrime d'amore