VOLARE... un bello sforzo


 

 Ostacoli, sforzi, difficoltà, imprevisti, delusioni, affanni, riscosse, patimenti, rivincite… e potrei andare avanti per ore.

Quanti termini possiamo prendere in prestito per raccontare a qualcuno di quanto sia complicata, affascinante ed imprevedibile la nostra vita?

Chi, tra di voi, non può raccontare di un personale episodio che ha caratterizzato la propria esistenza?

Quante volte ci siamo ritrovati a meravigliare noi stessi di quanta tenacia o… debolezza abbiamo mostrato in determinati frangenti?

Ve li ricordate quei momenti in cui siete stati abili protagonisti di storie di vita, che hanno segnato il passo, cambiandovi per sempre od obbligandovi a fermarvi a riflettere su quanto stesse capitando di vivere in quel determinato momento?

 

Sono certo che li ricordate perfettamente quei faticosi affanni… quelle cocenti delusioni… quelle inaccettabili sconfitte e gli inguaribili dolori del cuore.

Ci fanno tanto male e nessuna medicina ce li può cancellare dalla mente. Eppure, è grazie anche a quei momenti che abbiamo imparato ad apprezzare di più “certe piccole cose” della nostra vita.

Non è solo un modo di dire che… nella sofferenza si impara ad essere più cinici e realistici ed apprezzare le semplicità.

Come in amore, per esempio: ad ogni fallimento del cuore siamo sempre più cinici e votati alla diffidenza. Spariscono frasi del tipo “ti amerò per sempre” o “senza di te morirei” e le sostituiamo con altre dichiarazioni, meno impegnative e difficili da mantenere nel tempo. Ma, a proposito degli sforzi compiuti nella vita, adesso mi ritorna alla mente una bella storiella, di quelle che fanno riflettere a lungo, che racconta del primo volo sfortunato di una farfalla, che non è stata abituata a conquistarsi quella fuga con gli stenti, gli affanni e la caparbietà, e si è ritrovata debole ad affrontare le difficoltà che riserva la vita.

Grosso modo, fa cosi:

 

Un uomo, mentre passeggiava, si fermò a guardare un bozzolo, su cui c’era un piccolo buco. Si fermò a guardarlo meglio e vide anche la farfalla, che si sforzava a venir fuori da quel piccolo foro per affrontare il suo primo volo.

Si fermò ad ammirare quell’evento naturale per qualche ora, fino a quando gli sembrò che la farfalla si fosse arresa a non riuscire a venir fuori da quel buco, sempre della stessa grandezza.

Decise di aiutarla. Prese un temperino ed aprì il bozzolo. La farfalla uscì immediatamente.

Il suo corpo, però, era ancora troppo piccolino e rattrappito e le sue ali non si erano sviluppate al punto da permetterle di volare.

L’uomo continuò ad osservare la farfalla, sperando che riuscisse ad aprire le ali per volare ma… non accadde nulla.

La farfalla passò il resto della sua esistenza trascinandosi per terra, con un corpo piccolo e le ali chiuse. Non fu mai capace di volare.

Il danno che le procurò quell’uomo, con il suo gesto di gentilezza e l’intenzione di aiutarla, fu quello di non permettere alla farfalla di uscire da sola. Era uno sforzo necessario affinché potesse trasmettere il fluido del suo corpo anche alle sue ali, cosicché si rafforzassero e potessero vincere il vento per… volare.

A volte, gli sforzi sono esattamente ciò di cui abbiamo bisogno per imparare ad affrontare le difficoltà e le prove che la vita ci riserva, per apprezzare di più le “normalità” che ci passano davanti agli occhi, sfiorandoci appena, perché crediamo inutili e scontate.“

 

 

Se Dio (la fatalità, il destino o chi per lui) ci permettesse di vivere la nostra esistenza senza MAI incontrare nessun ostacolo, saremmo limitati… non potremmo essere mai forti come invece dobbiamo essere… non potremmo mai, col desiderio, la speranza e la forza di volontà continuare a conquistarci spazi e provare anche contro vento, in mezzo alle tempeste e la notte buia a… VOLARE.”

 

indietro >>

 
- RIFLESSIONI IN PUNTA DI CUORE - pensieri a ruota libera di Gianfranco Iovino
 

 

 

 
 
 

 
 

riflessioni in punta di cuore


 
 

un po' di... BUIO

amore senza limiti

appuntamenti con... LA VITA

in ETERNO... a chi?!

una sana bugia

santa... PAZIENZA

è solo un buco... nell'acqua

vertiginosi SEGRETI

quei posti lontani...

in posa il cuore... per una foto

maledetto nemico ALCOL

meglio un rimorso o un bel...

VOLARE... un bello sforzo

una data CERTA... e poi?

SESSO... quel chiodo fisso

LAOS: diritto ad essere bambini

la fretta

amico mio... dove sei?

ti amerò fino a... MORIR PER TE!

il padre è il PADRE

angeli... in corsia

8 Marzo... tra mimose e fiamme

sommersa

amore spegni la tivù

è San Valentino per... TUTTI

passione

acqua che... UCCIDE

intervistare l'impossibile

un desiderio MAGICO

fatti... e non parole

come si spegne un amore?

un dramma... esser donna!

20 novembre... tutto l'anno

l'allegria rende meno INFELICI?

correre, correre... e poi?

VISI... non visti più

anche per morir ci vuole... tempo

profumi della vita

sempre è... VITA

specchio delle mie brame

di come eravamo NOI

siamo ABUSANDO troppo!

amata libertà

vento di ricordi

il tuo tempo

sballiamo l'NFG?

distrofia muscolare:  male perfetto

a me gli occhi

il giorno dopo... PILLOLA?

il posto giusto dell'amore

fantasticare fa bene?

prima il dovere e poi il piacere?

MALEDETTE CH@T!!!

molto felici

non ritornano più!

è bello sentirti

l'uragano DONNA

oggi sarò LEGGERO

sessualizzati

... smettila!!!

mettere in gioco il cuore

quel primo appuntamento

a difesa delle 3 ore al giorno

volevo dirti che... MI MANCHI

non siamo esenti da colpe

... bustine d'amore

non ci credo ma... li leggo

TRADIRE... un bisogno d'amare?

vince chi abbandona?

gelosia in amore

lacrime d'amore