chiedo solo un po' di silenzio

 

 

Siamo ancora qui disposti e disponibili, come sempre, a parlare del nostro bell’amato mondo.

Il mondo:  questo “meridione delle stelle”... che sempre più si sta lasciando travolgere dalle maree tumultuose delle inutili speranze e ritardate aspettative irrealizzabili.

Oramai, chissà il perchè, sembra quasi insensato e di assoluta inutilità  fermarci a riflettere su noi stessi. Non ci appaga più  neanche l'idea di dover ritardare un appuntamento, solo perchè sentiamo  il bisogno di avvolgerci anima e corpo nel silenzio di una chiesa a pregare nuove speranze. Ci stiamo convincendo che  è  tempo perso. Dio, o chi per Lui, è troppo preso e non riesce a star dietro a tutti i mali del mondo!

La fede: questa immutabile ed incontaminabile eroina. Che bello il film su Madre Teresa di Calcutta, vero?

Non so quanti di voi l'abbiano mai visto ma, credetemi,  l'idea che al mondo ci siano persone disposte a sacrificare tutto se stessi per gli altri... è un miracolo, un dono prezioso e l’evidente dimostrazione che... DIO esiste (ameno, io la penso cosi).

 

Anche questa settimana mi sto lasciando intristire pensieri e cuore da quanto mi si è obbligato di ascoltare e vedere. Ma oggi VOGLIO rifarmi e smetterla di piangere solo!

BASTA! Mi sono promesso di essere più leggero e soffice.

NON DEBBO parlare di quanto sta accadendo intorno a noi, e non certo per menefreghismo o insensibilità, ma solo per non appuntire ancor di più gli aculei spigoli delle sofferenze dell'anima.

NON POSSO farlo, altrimenti mi si abbuiano i pensieri e continuo a macchiare l'editoriale con congetture melense e malinconiche.

NON VOGLIO parlarvi dei continui attentati che si stanno ripetendo in Palestina.

NON MI VA di mettermi, anche questa volta, ad elaborare uno scritto, pensando che ad inizio settimana è stata profanata la tomba di Giuseppe, che anche per un ateo od un musulmano deve restare  un simbolo sacro preciso da rispettare. 

Ma, NON E' GIUSTO che anche io mi metta a far considerazioni, provando a coinvolgervi e chiedere  pareri su come sia  possibile che, nella terra in cui è nato e morto Gesù Cristo, ancora oggi, si concentri così tanta violenza!

NON POSSO fermarmi d'incanto per guardarmi attorno, simulando strani girotondo, perchè troppo sospettoso ed intimorito da volti estranei e lineamenti terroristici, che gironzolano intorno e ci stanno attentando la nostra più intima tranquillità.

 

A volte rifletto su alcune condizioni di vita presenti nel mondo come in Turchia, dove è ancora in vigore  la pena di morte, soprattutto per chi si rende autore di atti terroristici.

Noi non l'accettiamo, perchè siamo evoluti ed emancipati. Crediamo che non è con la morte che si reprime la violenza in un uomo, ma con il perdono... ricercato e compreso nei lunghi silenzi, segregati in una galera, costretti a respirare nel freddo buio di celle isolate; ed è giusto cosi. Ma vallo a spiegare alle decine di persone che si vedono esplodere la propria esistenza in un solo istante per mano di chi... ambisce alle glorie di strani cieli, con estrema violenza ed egoismo.

NON POSSO permettermi il lusso di parafrasare su chi ha pagato 5.000 dollari per scappare dalla prigionia della propria terra e si è visto naufragare sogni ed affondare speranze...

Notti intere, rimasti raggomitolati fra mari di corpi straziati da freddo e fame, immobili a fissare quadrati immensi di umide stelle, a non far null'altro che pregare che arrivi presto domani e la  terra promessa ed invece, ritrovarsi nel bel mezzo di una  tempesta, che ti annega la vita e spazza via la tua povera storia, raccolta il giorno dopo esanime, fra i tavolati di battelli clandestini con rotta... il Paradiso!

NON VOGLIO parlare di chi, protetto da omertosi silenzi, continua a perpetrare violenza sui bambini, sulle donne e sugli anziani.

Sì, anche di loro ci si dimentica troppo spesso; questi poveri rottami di corpi, da deragliare ed abbandonare a se stessi, costretti a viversi gli ultimi giorni della propria esistenza, riducendo il mondo ad un piccolo quadrato, striminzito dietro di una finestra, con lo sguardo fisso e perso sul selciato, in attesa che arrivi il giorno in cui, chi si è dimenticato di loro, li vada a fare visita, regalandogli un sorriso e chiedere scusa per la lunga assenza INGIUSTIFICABILE!

Non dobbiamo essere troppo pessimisti, ed io cerco di caricarmi di positività, attingendo speranze dal barile della fede. Ma non è facile credetemi.

Come posso restare muto ad aspettare "il domani migliore"? senza muovere un passo?

Ma di cosa dovrei sentirmi fiero oggi?

E' scivolata via la settimana dell'amicizia e nessuno se ne è preoccupato di parlarne. Ma forse sono io che mi debbo aggiornare. Sono io stesso l'errore di questa mia eterna mestizia. E' la mia mente la causa evidente di questo tetro avvilimento.

 

Forse, davvero, non c'è neppure più il tempo di coltivare amicizie o, peggio ancora, nessuno crede che possano esisterci ancora amici nella vita.

Ritorno a precisare a me stesso che, oggi NON DEBBO RISULTARE POLEMICO, ARROGANTE E PETULANTE... ma come si fa?... (sto fallendo anche questa settimana)

 

Non POSSO, non DEBBO e non VOGLIO parlare di quanto sta accadendo nel mondo ed allora... permettetemi questa settimana di starmene in silenzio, senza dovermi preoccupare di analizzare nessun nuovo editoriale.

Sento solo la necessità di chiedervi un piccolo sforzo comune. Proviamo a rimanere in silenzio.

Sforziamoci di non parlare per un solo istante, estraniandoci da tutto quanto il resto e lasciamoci abbracciare da un sordo rimbombo, dentro al quale riunirci per  commemorare chi... il silenzio lo ha dovuto subire e...  PER SEMPRE!

 

Vi chiedo scusa se anche questa volta sono risultato tristemente desolante ma... ancora non riesco ad essere un estraneo nel mondo... un ospite qualunque di questo MONDO MIO!


 

un amico...

non vuol dire certezze o un indirizzo sicuro

Non è un volto sincero, né una voce a te amica

Neanche un gancio nel cielo od il compagno dell'anima

...

non è amico... chi parte e ti lascia da solo 

chi ti chiede perdono ma non ti resta più accanto

... ...

Non è amico colui che non dà voce alla rabbia

per gridare il suo odio contro ogni tuo errore

... ... ...

non è amico... un amico

che ti lascia parlare

senza guardarti negli occhi

ed asciugarti le lacrime

....................

Non è amico.... l'amico

che ti ascolta parlare

senza aggiungere niente

al tuo dolore di SEMPRE!

 

indietro >>

 
- RIFLESSIONI IN PUNTA DI CUORE - pensieri a ruota libera di Gianfranco Iovino
 

 
 
 
 

 

un po' di... BUIO

amore senza limiti

appuntamenti con... LA VITA

in ETERNO... a chi?!

una sana bugia

santa... PAZIENZA

è solo un buco... nell'acqua

vertiginosi SEGRETI

quei posti lontani...

in posa il cuore... per una foto

maledetto nemico ALCOL

meglio un rimorso o un bel...

VOLARE... un bello sforzo

una data CERTA... e poi?

SESSO... quel chiodo fisso

LAOS: diritto ad essere bambini

la fretta

amico mio... dove sei?

ti amerò fino a... MORIR PER TE!

il padre è il PADRE

angeli... in corsia

8 Marzo... tra mimose e fiamme

sommersa

amore spegni la tivù

è San Valentino per... TUTTI

passione

acqua che... UCCIDE

intervistare l'impossibile

un desiderio MAGICO

fatti... e non parole

come si spegne un amore?

un dramma... esser donna!

20 novembre... tutto l'anno

l'allegria rende meno INFELICI?

correre, correre... e poi?

VISI... non visti più

anche per morir ci vuole... tempo

profumi della vita

sempre è... VITA

specchio delle mie brame

di come eravamo NOI

siamo ABUSANDO troppo!

vento di ricordi

il tuo tempo

sballiamo l'NFG?

distrofia muscolare:  male perfetto

a me gli occhi

il giorno dopo... PILLOLA?

il posto giusto dell'amore

fantasticare fa bene?

prima il dovere e poi il piacere?

MALEDETTE CH@T!!!

molto felici

non ritornano più!

è bello sentirti

l'uragano DONNA

oggi sarò LEGGERO

sessualizzati

... smettila!!!

mettere in gioco il cuore

quel primo appuntamento

a difesa delle 3 ore al giorno

volevo dirti che... MI MANCHI

non siamo esenti da colpe

... bustine d'amore

non ci credo ma... li leggo

TRADIRE... un bisogno d'amare?

vince chi abbandona?

gelosia in amore

lacrime d'amore