il mio domani... un romanzo

 

Vi sfido a immaginare questa scena con me!

Chiudete gli occhi e trasportatevi con l’immaginazione in una bella libreria della vostra città.
... ... ...
Siete lì, accanto ad un ripiano dove sono esposte le novità della settimana e venite attratti da una copertina che ha colori esclusivi e spumeggianti, che vi magnetizzano occhi e curiosità. Non riuscite a comprendere il motivo che vi spinge a spulciare ma... siete lì, con lo sguardo spiaccicato su una parola, poi una riga, poi un capitolo e poi…
la meraviglia si estende sul vostro volto interdetto quando vi insospettite che la storia ha qualcosa che vi riguarda.

Anzi… sembra proprio scritta per voi…a guardarla bene… parla di voi.

 

Lo acquistate e lo rifugiate fra le vostre cose quotidiane. Entro sera, però, bisogna assolutamente iniziare a leggerlo. E' troppo forte la curiosità di capirne di più, e quanto più andiamo avanti… tanto più ci rendiamo conto che si parla della nostra vita.
INCREDIBILE:  è’ la nostra storia!


Che stravaganza, vero? Che incredibile fantasia (la mia) a vaneggiare su una simile improbabilità.
Eppure, sarebbe affascinante da vivere, non credete?

Cosi come, sono certo di questo, sarebbero davvero in pochi a spingersi fino l’ultima pagina per conoscere il proprio destino… il proprio domani… il “quello che sarà di noi”.

Non è predisposizione comune l’essere pronti ad accogliere le rivelazioni sul proprio futuro. Anzi, è proprio questa imprevedibilità, secondo me, che ci spinge a continuare nella vita di tutti i giorni, a superare gli ostacoli e vincere le sfide di sempre.

Ricordo un passo di un grande teologo greco che a proposito del futuro sosteneva che, se ad un ragazzo gli svelassimo il futuro , di sicuro perderebbe la speranza e la voglia di vivere.

Sono sicuro di questo anche io.

Pensate a quale vita si potrebbe interpretare conoscendo già il finale di ogni avvenimento.

Diciamocela tutta: non ci sarebbe più gusto. Tutto verrebbe miseramente falsificato da quella necessità di spingerci oltre a quelle certezze per capire se si può cambiare qualcosa.

Sapremmo come andrà a finire un colloquio, un incontro, un amore, un lavoro, un progetto, un sospiro… fino ad arrivare all’ultimo giorno di vita, già predetto e scritto, che non ci farebbe per niente bene.

 

Allora? La domanda che mi piace pormi è la seguente: quanti di noi sarebbero pronti a conoscere il proprio futuro certo?

Ipotizzo una risposta: NESSUNO!

Anche tra i più disperati, gli emarginati, i folli ed i malati cronici non credo ci siano tanti individui disposti a privati di ogni speranza che… qualcosa potrà cambiare anche per loro, anche per i più sconfortati.  Tanto... è già tutto scritto e previsto!

Che gusto ci sarebbe a conoscere già i finali delle storie d’amore?
Proprio l’amore, per giunta, che è l’unico dei sentimenti che non conosce regolatezza e certezze.

 

Adesso, non so il perché, mentre scrivo questo mio astruso pensiero, mi fa ridere pensare a quegli abili venditori di futuro, che con l’artifizio di carte magiche, sfere fatate e contatti diretti con l’aldilà ci prevedono futuri pieni d’amore o di possibili sofferenze.

Ma come si può essere tanto ostinati a credere che davvero l’amore possa essere un destino già segnato in un uomo?

Fortunatamente, ne vedo sempre meno di maghi in tivù.... anche se i futuri migliori si stanno cercando di raggiungere in maniera ancora più sbagliata, come una slot machine, una rapina o un atto estremo di follia.

 


Bene… ho scritto un po' di cose, presumo di poco interesse da parte vostra, ma… credetemi, una volta ogni tanto fa bene anche essere meno filosofico, profondo e riflessivo, così da perdermi tra congetture e stralunate ipotesi fantasiose, come quella di trovarci in libreria con il libro della nostra vita tra le mani.

Ma alla fine il concetto di fondo racchiuso in questo mio pensiero si racchiude in un’angosciante domanda che inquieta e affascina al tempo stesso: “del futuro ci spaventa la certezza di una data o la paura di conoscerne in anticipo il finale?”

 

Adesso però, voglio lasciarvi con un’ulteriore stravaganza da depositare tra i vostri pensieri, perché mi piace anche esser pungente ogni tanto, del tipo: "ammesso che trovassimo questo libro che narra della nostra vita, se potessimo scegliere , almeno la copertina, come vorremmo che fosse???

Chissà dove osa spingersi la vostra fantasia... io ipotizzo la mia: intensa, perché mi piace immaginare che con la spinta  della volontà a non arrendersi facilmente a niente, si possa davvero reggere pesi importanti e scalare ardite salite... purché non siano MAI legate le ali della nostra fantasia.

 

 

 

 

indietro >>

 

 

 

 

 

 

- RIFLESSIONI IN PUNTA DI CUORE - pensieri a ruota libera di Gianfranco Iovino                    

 

 

un po' di... BUIO

amore senza limiti

appuntamenti con... LA VITA

in ETERNO... a chi?!

una sana bugia

santa... PAZIENZA

è solo un buco... nell'acqua

vertiginosi SEGRETI

quei posti lontani...

in posa il cuore... per una foto

maledetto nemico ALCOL

meglio un rimorso o un bel...

VOLARE... un bello sforzo

una data CERTA... e poi?

SESSO... quel chiodo fisso

LAOS: diritto ad essere bambini

la fretta

amico mio... dove sei?

ti amerò fino a... MORIR PER TE!

il padre è il PADRE

angeli... in corsia

8 Marzo... tra mimose e fiamme

sommersa

amore spegni la tivù

è San Valentino per... TUTTI

passione

acqua che... UCCIDE

intervistare l'impossibile

un desiderio MAGICO

fatti... e non parole

come si spegne un amore?

un dramma... esser donna!

20 novembre... tutto l'anno

l'allegria rende meno INFELICI?

correre, correre... e poi?

VISI... non visti più

anche per morir ci vuole... tempo

profumi della vita

sempre è... VITA

specchio delle mie brame

di come eravamo NOI

siamo ABUSANDO troppo!

vento di ricordi

il tuo tempo

sballiamo l'NFG?

distrofia muscolare:  male perfetto

a me gli occhi

il giorno dopo... PILLOLA?

il posto giusto dell'amore

fantasticare fa bene?

prima il dovere e poi il piacere?

MALEDETTE CH@T!!!

molto felici

non ritornano più!

è bello sentirti

l'uragano DONNA

oggi sarò LEGGERO

sessualizzati

... smettila!!!

mettere in gioco il cuore

quel primo appuntamento

a difesa delle 3 ore al giorno

volevo dirti che... MI MANCHI

non siamo esenti da colpe

... bustine d'amore

non ci credo ma... li leggo

TRADIRE... un bisogno d'amare?

vince chi abbandona?

gelosia in amore

lacrime d'amore