le verità taciute


 

In amore, come nelle “cose della vita”, quante volte si è costretti a restarsene in silenzio; dover obbligatamente mentire, far credere che tutto vada per il verso giusto, pur coscienti di quella insoddisfazione che alberga la tua anima e abbuia ogni entusiasmo.

Ci stiamo sempre più abituando all'idea di dover convivere con i sogni infranti e i desideri irrealizzabili; diamo per scontato che nel corso della vita debbano diventare fedeli nostri compagni di sventura, ed iniziamo a provare piacere a collezionarli, impacchettarli per bene e porli in naftalina nel fondo dell'anima, limitandoci a preservarli dalle smemorate mancanze della mente e lasciandoli vegetare beatamente.

Cosi non facciamo altro che alimentare l'insostenibile arrendevolezza delle... "verità taciute".

 

Chi, tra di voi, non ha qualche segreto da tenersi stretto, relegato nel fondo del cuore, perché sappiamo bene che il parlarne potrebbe seminare malcontento, aprire ferite incurabili, acuire disprezzi e inaridire i dialoghi che procurerebbero solo amarezze e delusioni inaspettate che sono, alla fine, quelle che fanno più male?

 

Credo che, fin'anche nelle coppie più affiatate, dove il rapporto amoroso è vissuto nella completa simbiosi di corpo e mente, ci siano delle "necessità desiderose" che non possono essere analizzate, discusse e confrontate a voce alta, perché sarebbero indelicate e non capite fino in fondo. Un rischio troppo grande da preferire di non correre per evitare ulteriori tristezze. Allora immagino quello sguardo invadente, quel sorriso stimolante, quella voce travolgente, fino ad arrivare al rispolvero di  antichi sogni giovanili, mai dimenticati, che ci vorrebbero più audaci ed interpreti di una bella emozione da vivere e che, invece, resta oppressa in qualche cassetto della mente e che non deve essere raccontata per la paura di deludere o ferire in modo irrimediabile.

Si resta muti... e, troppo spesso, ci si accorge in ritardo che quel silenzio è l'anticamera degli allontanamenti e delle incomprensioni, che fomentano e fortificano le desolazioni dell'anima e le arrese di ogni futura speranze. Parte da quel preciso istante il processo di separazione dei segreti: quelli da poter raccontare liberamente ed altri di cui non bisogna assolutamente parlarne. 

Scrupoli, paure, debolezze, affezioni, cupidigia, insensibilità e mille altre paure interiori ci limitano le azioni istintive e ci lasciano ai bordi dei sogni... indispettendoli ed obbligandoli a tenerci compagnia per il resto della vita. Quasi una sfida… un’amare sfida perdente!

 

Illudersi di vincere le bramosità dei desideri repressi e limitargli il raggio d’azione perché ci crediamo concreti e forti d’animo, non considerando che li rendiamo ancora più efferati. Si armano di disprezzo e per rivalsa di sapersi ergastolani a vita, non vanno mai via dalla mente e dal cuore... proprio per far sì che quel dolore lancinante non scompaia mai completamente e ritorni spesso a farsi SENTIRE dentro noi! 

Ma tutto questo perché? Perché preferiamo mentire e tacere, piuttosto che denunciare e provare a discutere e migliorare una situazione? Perché con il nostro compagno evitiamo? Perché preferiamo non approfondire e rischiare? Perché ci abituiamo alle assuefazioni?

Perché tutte queste paure e timidezze?.

Si è sempre sostenuto che il dialogo è una medicina infallibile contro le desolazioni dell'anima. L'allenamento al confronto può servire nel far diventare la propria moglie o marito, ancora prima che la persona da amare, il compagno dell'anima a cui tutto si può raccontare, fosse anche un desiderio morboso, per provare a viverlo, in modo fantasioso, in prima persona, con accanto chi da sempre vive di noi e dei nostri respiri vitali.

Parlarne per non continuare a far del male a noi stessi è una palestra di vita importante. Abbiamo un obbligo preciso nella vita... sforzarci di provare sempre ad essere il più felici possibile. Fosse anche il dover mettere al bando tutte le nostre certezze in cambio di una sola possibilità di cercare di ridare entusiasmo alla nostra vita. Già questo dovrebbe essere un motivo fondamentale per tentare ad osare di più e parlare… denunciare… pretendere risposte… ambire a migliorare.

 

Si dice che la voce sia il vero suono della vita e mette a nudo la nostra personalità; il silenzio, invece, è l’urlo del nulla che avvolge dentro sé la desolazione di ogni singolo pensiero.

Sembra facile eppure ci si convince che alcune verità debbano restare taciute per sempre, dimenticando che... NON DIRE E' UGUALE A NON DARE... e il non sentirsi vivi nel cuore è come l’essere costretti ad esistere pur sapendo di morire dentro ogni giorno di più!

 

Tante verità è giusto che si tengano taciute ma, ogni tanto, dovremmo osare e provare a mascherarle e raccontarle, a chi ci vive accanto, come… “mezze bugie” che aiutano e uniscono un po’ di più.

 

 

indietro >>

 
- RIFLESSIONI IN PUNTA DI CUORE - pensieri a ruota libera di Gianfranco Iovino
 

 

 

 
 
 

 
 

 

un po' di... BUIO

amore senza limiti

appuntamenti con... LA VITA

in ETERNO... a chi?!

una sana bugia

santa... PAZIENZA

è solo un buco... nell'acqua

vertiginosi SEGRETI

quei posti lontani...

in posa il cuore... per una foto

maledetto nemico ALCOL

meglio un rimorso o un bel...

VOLARE... un bello sforzo

una data CERTA... e poi?

SESSO... quel chiodo fisso

LAOS: diritto ad essere bambini

la fretta

amico mio... dove sei?

ti amerò fino a... MORIR PER TE!

il padre è il PADRE

angeli... in corsia

8 Marzo... tra mimose e fiamme

sommersa

amore spegni la tivù

è San Valentino per... TUTTI

passione

acqua che... UCCIDE

intervistare l'impossibile

un desiderio MAGICO

fatti... e non parole

come si spegne un amore?

un dramma... esser donna!

20 novembre... tutto l'anno

l'allegria rende meno INFELICI?

correre, correre... e poi?

VISI... non visti più

anche per morir ci vuole... tempo

profumi della vita

sempre è... VITA

specchio delle mie brame

di come eravamo NOI

siamo ABUSANDO troppo!

vento di ricordi

il tuo tempo

sballiamo l'NFG?

distrofia muscolare:  male perfetto

a me gli occhi

il giorno dopo... PILLOLA?

il posto giusto dell'amore

fantasticare fa bene?

prima il dovere e poi il piacere?

MALEDETTE CH@T!!!

molto felici

non ritornano più!

è bello sentirti

l'uragano DONNA

oggi sarò LEGGERO

sessualizzati

... smettila!!!

mettere in gioco il cuore

quel primo appuntamento

a difesa delle 3 ore al giorno

volevo dirti che... MI MANCHI

non siamo esenti da colpe

... bustine d'amore

non ci credo ma... li leggo

TRADIRE... un bisogno d'amare?

vince chi abbandona?

gelosia in amore

lacrime d'amore

cuccia... zitto... MUORI.

paura di gridare

la solitudine... paura di parlare

poveri imperfetti figli dell'amore

non è solo questione di pelle

perDONO

fame di sete

gelosia disArMANTE

preferirei dormire

questa divina invenzione stupenda

le verità taciute

indifferentemente vivo

a caccia della vita