CHIUDI QUEL CASSETTO!

Vai ai contenuti

CHIUDI QUEL CASSETTO!

Gianfranco Iovino
Un giorno ho letto questa affermazione: “i sogni sono per gli audaci, i coraggiosi e i temerari… per tutti gli altri esistono i cassetti!” e sono d’accordo con questa teoria, dove ad alimentare il desiderio di un sogno non sia soltanto la volontà di raggiungere un risultato o la motivazione di qualcosa di tanto agognato da sempre, se poi strada facendo quel sogno si sgretola ogni volta di più, quando sbatte contro i tanti cocenti ed impietosi NO!
Mi piacerebbe tanto scoprire i limiti dei nostri sogni; mi spiego meglio: chi sa dirmi quanti ne possiamo collezionare in vita, quale è il loro peso specifico nella mente e sul cuore, quanta testardaggine serve per afferrarne uno, e quanto male può fare, a lungo andare, l’incetta esagerata dei troppi sogni irrealizzati?
Sognare poi, ma cosa? Un bel posto di lavoro… una donna/uomo accanto che ti completi alla perfezione… una vita diversa e migliore di quella che interpreti…  fuggire dal grigiore che ti avvolge quotidianamente… di farsi apprezzare nei propri talenti o… di scappare da un orco, un animo violento o un maledetto incubo, come può essere un male che ti sta uccidendo!
E potrei andare avanti per ore ad arricchire l’elenco di “quali e quanti” sogni alimentiamo di speranza e desiderio durante il percorso della nostra vita, che troppo spesso abbandoniamo rapidamente per l’incapacità di insistere, perseverare, stanare e obbligare la realtà dei fatti a svoltare verso un cartello immaginario, che ti indica strada e porta giusta dietro la quale c’è ad attenderti il sogno di una vita!
Talento; fortuna; capacità; circostanze favorevoli; opportunità; fatalità… sono solo alcuni dei componenti che spesso associamo alla realizzazione di sogni (quasi sempre parlando di quelli altrui), e non consideriamo mai che ci possa essere in aggiunta anche l’intraprendenza e l’ostinazione da alleare contro tutto ciò che ci è ostile nell’afferrare il nostro sogno.
Forse sarà per questo che crediamo che i sogni siano elementi effimeri e dannosi, di cui fidarsi poco perché fanno più danni che del bene, dato che sogniamo sempre troppo in grande, continuamente e quasi mai riusciamo a trovare la giusta via che conduce alla felicità dell’anima, ritrovandoci poveri delusi e sottomessi alla scontentezza dell’ennesimo sogno infranto!

Io, per esempio, non conosco amuleti o sostanze giuste da cui attingere spinta e capacità per realizzare i propri sogni, ma posso dirvi che molti li ho afferrati contando sulla ferma volontà di non arrendermi ai primi NO, cercando sempre di avere dei “sogni di riserva”, da immaginare di raggiungere, come antidoto alla paura di non realizzarne MAI NESSUNO!
Un perdente trova sempre una scusa…
…il sognatore trova sempre un’idea e un’altra strada!

________________________________________________________________________
             _____________________________________________________________________________________________________________________________________________
 
 



Torna ai contenuti