Tramedamore - Gianfranco Iovino

Vai ai contenuti
Chi non si è mai lasciato incuriosire dalle rubriche del cuore?
Quanti di voi non si sono ritrovati, inconsapevolmente, a spulciare tra domande, inquietudini e consigli?
Cosa unisce la lettura di un Oroscopo ad una Rubrica sull'Amore?
E prché ogni settimana quell'appuntamento alla radio incolla migliaia gli ascoltatori, che si collegano a Giuliano e il suo programma "tramed@more"?
Chi è veramente questo prete di provincia, che invece del pulpito ed un sermone preferisce microfono e le lettere d'amore per rivolgersi alle sue anime in pena?
Claudia, con il suo mestiere da giornalista, cercarà di scoprire dove finisce l'uomo di fede e ha inizio quello di strada, grazie ad un'avvincente intervista. al sacerdote Giuliano di Saronno, conosciuto da tutti come "il prete dell'amore".


ACAR edizioni - Ean: 9788889079607 - p. 320 - €. 15.00


Quando ho iniziato a leggere “Tramdamore” ho creduto di essermi imbattuto in un altro dei tanti saggi sul sentimento più antico al mondo: l’amore. Poi, man mano che proseguivo la lettura, ho cominciato ad assorbire la storia e viverla con gli occhi e i gesti di Claudia, lasciandomi trasportare nel racconto ed incuriosendomi di Giuliano, questo strano e insolito sacerdote, tanto vicino ai giovani e le loro pene, e così distante e diverso da troppi altri preti al mondo.
Ci sono parti nel romanzo che sembra di ascoltarla davvero quella voce alla radio, che legge, commenta ed incita a raccontarsi senza pregiudizio ed arroganza; che dà fondo al suo talento più naturale, che è la dolcezza, per aprire le stanze del cuore della gente e farla parlare, sfogare, ed incitare ad osare di più.
Forse è proprio così che i giovani si aspettano di incontrare un prete dinanzi alle proprie confessioni, anche le più peccaminose ed impudiche; un amico sincero, intimo e profondo, che lascia parlare e fa riflettere, senza mai accusare, condannare o pretendere remissioni estreme ed indiscutibili. Ed è questo il motivo, forse, del successo del suo programma radiofonico, dove le pecorelle smarrite sono gli innamorati di ogni età, da raccogliere nel branco dell’amore per farle parlare, sfogarsi ed esortare a chiedere consigli e conforti.
Ma Giuliano è un uomo come tutti, con i propri pregi, i difetti, una storia alle spalle e tanti  segreti da custodire nel fondo del cuore, perché inaccessibili a tutti, compreso la giornalista Claudia; almeno lui così vorrebbe.
Leggere Iovino, mentre annoda parole di speranza a principi filosofici e carmi poetici è una bella esperienza per il lettore, perché ne uscirà arricchito e con la consapevolezza che l’amore è un elemento di assoluto valore spirituale, che può spingere a gesti irrazionali, estremi, illogici, assoluti o magnifici, ma sa regalare felicità interiore e pienezza d’animo come nessun altra  cosa al mondo.
La fine della storia lascerà un po’ di amaro in bocca, perché tutti vorrebbero conoscere di persona Giuliano, ma sono certo che, anche se non sarà mai possibile, di lui e del suo nobile pensiero amoroso porterete dentro il ricordo per moltissimo tempo. In me.. PER SEMPRE!
Paolo Belli
Stralci di stampa
©2020 GianfrancoIovino.it
Torna ai contenuti