Vai ai contenuti
DIRITTO AD ESSER DONNA
Gianfranco Iovino
Pubblicato da Gianfranco Iovino in BLOG di Gianfranco Iovino · 3 Dicembre 2023
Tags: BLOGDIGIANFRACOIOVINOVIOLENZASULLEDONNE
Ho visto con grande piacere l’ultimo film di Paola Cortellesi, uno spaccato preciso e intenso sull’Italia post-guerra, ad un passo dalla Repubblica, che mi ha tanto emozionato perché non lo ritengo un film “SULLE donne di quel tempo”… ma “un film DELLE DONNE di ogni tempo”, che può aiutare a riflettere e comprendere quando sia preziosa la libertà di essere se stessi e pretendere rispetto come DONNA!
A fine pellicola, mentre uscivo dal cinema, ascoltavo commenti del tipo: “ma come si fa ad accettare quelle violenze” o “tutta quella brutalità è si resta a soccombere in silenzio, senza mai reagire?”
E dentro me ho ripetuto quella domanda: “come si fa?… Come si è fatto finora… e come ancora tante donne continueranno a fare, per l’impossibilità di liberarsi da certi retaggi, pensieri patriarcali e ORCHI assassini che credono di avere il diritto di poter umiliare… pretendere… castigare e domare e sottomettere con la forza, solo perché ritengono le loro spose, le innamorate o le ex amanti…. qualcosa di personale: ROBA LORO!
Io spero davvero che le donne di ogni parte del mondo possano pretendere rispetto al loro diritto di essere LIBERE di essere e mostrarsi come vogliono, senza preclusioni, vincoli, divieti o rischi di morte!
E, soprattutto, spero che siano sempre più le braccia aperte ad accogliere DONNE che scappano dalla violenza, piuttosto che continuare solo a dire parole su parole, fare convegni di ogni genere e indire giornate commemorative che non portano quasi mai a NULLA… se non a far crescere ancora di più la rabbia in quegli ANIMALI BASTARDI che qualcuno confonde nel chiamarli UOMINI!
Lo spero davvero che sia sempre più forte nelle donne il coraggio di ribellarsi e l’orgoglio a conquistarsi il diritto sacrosanto ad essere se stesse… SEMPRE e ogni parte del mondo!
Un po’ di anni fa ho scritto una canzone con la quale ho provato a immedesimarmi in una donna umiliata dalla violenza, che non sa reagire o scappare solo perché ama troppo il suo uomo, al punto da accettare di essere il campo di battaglia su cui sfoga le sue rabbie represse da… “pezzo di merda” qual è!









Torna ai contenuti