pensieri sottovoce di Gianfranco Iovino - Gianfranco Iovino

Vai ai contenuti

di questa vita... un senso

Gianfranco Iovino
Pubblicato da Gianfranco Iovino in blog personale di Gianfranco Iovino · 5 Settembre 2020
Una domanda che mi piacerebbe rivolgere a quanti  mi leggono è la seguente: «Quali sono le cose davvero importanti nella tua vita?» alla quale, sono certo, si alternerebbero non poche variabili, ma con netta predilezione verso la salute fisica, l’amore, la serenità, il tempo ed il benessere interiore… giusto?
E sono d’accordo con voi, perché nella lista delle “cose essenziali”  mi concentrerei a citarle fra le prime cose, ma… avete fatto caso che la loro natura è  quasi sempre immateriale?
E’ strano, ma è proprio così, quando si sostiene che i soldi non fanno la felicità, forse hanno ragione (anche se… contribuiscono non poco a raggiungerla).
Ognuno di noi ha proprie necessità e priorità nella vita, che  solo quando ci vengono private o sottratte ci fanno comprendere quanto erano fondamentali e pesi la loro assenza, mostrandoci fragili, preoccupati, e a volte incompleti.
A tal proposito, una postilla la dedico alla limitazione della libertà che ci è stata imposta dalla pandemia, per confermare l'importanza dell’immaterialità nei nostri bisogni quotidiani.
Ma la domanda, e qui vi esorto a giocare con me, diventa difficile quando restringiamo il campo e chiediamo di scegliere, su tutte  quelle elencare, qual è, per noi, "LA PRIMA NECESSITA’" di cui abbiamo assoluto bisogno, o rincorriamo continuamente per saperci soddisfatti, appagati e meno inconsistenti.
Provate con me a darvi una risposta e scoprirete su voi stessi quanto si battaglieranno l’amore contro la salute, o il tempo con la felicità, senza trovare alla fine MAI un vincitore assoluto, e da podio.
Ed io, nell’incertezza di questa risposta,  ho provato a sondare tra le pagine di Internet e qualche libro specializzato, per tentare di stilare una classifica delle “cose che contano davvero nella vita”; dal resoconto raccolto, ecco a voi la classifica:
Al primo posto c’è la SALUTE fisica, che è la più grande ricchezza di cui disporre, che comprendiamo quanto sia fondamentale solo se viene privata. Infatti, immaginate cosa possa essere la nostra vita, se d’improvviso non ci fosse più  consentito di scegliere  dove andare, cosa fare, che vestiti indossare, quale strada percorrere o le parole da dire e i gesti da compiere.   
Al secondo posto  prmeggia il TEMPO , che sembra non bastare mai, specialmente se abbiamo mille attività ed impegni (sociali, lavorativi o di famiglia), che ce lo sottraggono sempre più. E sapete qual è il vero disagio che subiamo nei suoi riguardi? La consapevolezza che sia limitato, non è acquistabile, e non torna mai indietro!
Terzo podio per l’AMORE; questo inossidabile e mai “fuori luogo” sentimento del cuore, attraverso il quale  donarsi e ricevere per amore appaga in maniera assoluta, dato che ci consente di vincere le solitudini e destinare un senso alla nostra vita.
(attenzione però: sia chiaro che è amore anche quello di un prete o una suora verso Dio, o un animo solitario verso l’infinito, verso la propria arte, il proprio senso del dovere o il proprio animale domestico).
Al quarto posto, sorprende anche me, trovarci la REALIZZAZIONE DI SE STESSO , inteso come  raggiungimento (o meno) di un risultato, un obiettivo o uno scopo per il quale ha un senso vivere!
COmed dire: il sapere a cosa si ambisce nella vita e i mezzi, le occasioni, le circostanze e i risultati finali raggiunti sono una ragione basilare di vita per potersi sentire appagati, insoddisfatti o delusi di se stessi.
Chiudo questa speciale classifica con la FELICITA’, ultimo tra gli elementi espressi in questa lista di cose immateriali, che sa di "essenziale fondamentalità" per bearci di buona serenità di mente e spirito, che si raggiunge solo se siamo in linea con noi stessi, che ci permette di essere positivi e confidandare sulla convinzione che la “felicità” non è un sentimento duraturo, e in quanto tale va afferrato e gustato ogni qualvolta ce ne è l’occasione di viverla, sapendola sempre evocare e menzionare nel tempo futuro… perché può aiutarci a reggere e sopportare meglio i  momenti di magre consolazioni e poche soddisfazioni, che il destino ci riserva.

Dall'elenco elenco sopracitato, mi rendo conto che se le nostre giornate le rendessimo coerenti con le "cose desiderate" da tutti, ci ritroveremmo a dedicare molto più tempo all’amore, la cura del proprio corpo e della propria mente, oltre che a dedicarci a  più  passioni, stare più tempo con gli amici e vivere in pace con se stessi il tempo a disposizione, che non è infinito e non va assolutamente sprecato!
Bene. Vi saluto elencando le 5 parole più utilizzare, per significato e valore intrinseco, che chiamiamo spesso in causa quando dobbiamo parlare di noi e del benessere interiore che cerchiamo di raggiungere durante la nostra vita: Libertà – Futuro - Tempo – Generosità e ancora e sempre lui: l'Amore.


Il senso della vita è quello di trovare il vostro dono. Lo scopo della vita è quello di regalarlo agli altri
(Pablo Picasso)





©2020 GianfrancoIovino.it
Torna ai contenuti